Gruppo Camperisti Scooteristi Arance di Natale

vespaUna bella notizia giunge dalla Onlus più conosciuta del settore. In occasione dell’ultima Assemblea annuale dei Soci, infatti, venne portata avanti la proposta di costituire, comunque in seno al sodalizio, una sezione denominata “Gruppo Camperisti Scooteristi Arance di Natale“.

Gli obiettivi che il nuovo gruppo si propone saranno indirizzati alla ricerca di una maggiore socializzazione tra gli associati con l’organizzazione di incontri di mobilità, solidarietà, partecipazione comunitaria ed arricchimento ludico culturale, utilizzando lo strumento due ruote come “veicolo collante“.

Ci saranno raduni meno impegnativi e quelli con maggior impegno, ma sempre tenendo conto delle esigenze di tutti partecipanti. Naturalmente chi usa già lo scooter con il camper (camper+scooter binomio necessario) è conscio del beneficio del binomio che garantisce una maggiore libertà e il potersi immergere nella natura in modo pieno e felice.

La proposta è stata accolta con pieno favore dai presenti all’Assemblea, e quindi è divenuta realtà, a tal punto che è stato affidato il mandato esplorativo al proponente, ossia il socio Francesco Bertè.

Non ci resta che attendere gli sviluppi, per poi renderne conto a voi, cari lettori di Newscamp.info.

2 comments

Ho atteso diversi mesi prima di poter pubblicare qualche considerazione.
Siamo tornati da Pomarance ed è ora di tracciare un bilancio sulle iniziative che il neonato gruppo Camperisti scooteristi di Arance di Natale, ha intrapreso nell’estate del 2016.

Ritengo necessario ricordare il trend degli eventi.

1) Susa e la sua Valle n, 9 equipaggi iscritti tutti presenti.
2) Alta Val d’Enza n. 15 equipaggi iscritti tutti presenti.
3) Pomarance la Valle del Diavolo n. 19 equipaggi iscritti tutti presenti.
Quindi possiamo notare che si è avuto un inizio soft, ma che già dalla seconda uscita, e con la conferma della terza, l’interesse è andato in crescendo.
Gli incontri si sono svolti tutti nel periodo estivo, vuoi perchè era il primo anno vuoi perchè è nella bella stagione che questo tipo di evento trova la sua massima espressione, tanto più che due manifestazione hanno avuto come luogo di esplorazione prima le Alpi e poi gli Appennini.
L’entusiasmo è andato via via crescendo attorno a questo ulteriore modo di scoperta del territorio.
Queste le considerazioni per l’anno 2016; per l’anno 2017 si è presentato, al Consiglio Direttivo, una serie di richieste che contemplano visite sia a Nord “Il Montello – la Grande Guerra”, che al Centro “una settimana in toscana – sulla via degli Etruschi”.
prossimamente sarà mia premura avvisarVI.

Lascia un commento

*


*