questione di decibel

prima festa delle roulotte itineranti

Continuo a leggere del raduno delle roulotte. Ok, capito ma adesso mi pare state esagerando.

In fondo che cosa sarà mai?

Mi pare una cagnara sul nulla, tanto rumore per cosa poi?

Max

Risponde Luca Stella

Signor Max, grazie.
La ringrazio infinitamente perché questo suo intervento, che orgogliosamente pubblichiamo, ci permette di invitare i lettori di Newscamp.info anche della Svizzera italiana a riflettere.

E’ vero, l’edizione italiana di Newscamp.info da qualche giorno è piena di notizie sulla Prima Festa delle Roulotte itineranti. Preciso che vengono regolarmente pubblicate anche altre notizie, ma è certo che vi è una netta predominanza di quelle oggetto del suo intervento e di questa nostra disquisizione.

Lei parla di “cagnare”, sarà; certamente è una questione di decibel, perchè qualcuno ha deciso di percorrere un sentiero particolare, quello della Storia.

Un pungo di persone, mosse solo da motivazioni etiche e morali, visto che economicamente non ci guadagnano nulla, hanno deciso che fosse il momento di mettere al centro del campo la palla e giocare una partita.

Lo hanno fatto con umiltà, saggezza, coraggio. Mettendosi in gioco, rischiando, proveniendo da esperienze e da consessi i più diversi, talvolta opposti: perché un Club non è un forum e nemmeno una pagina Facebook, ma per costoro ciò non ha significato un limite invalicabile, ma una opportunità imperdibile. Che lezione ci hanno impartito e che va ben oltre il nostro settore.

Lei si chiede se stiamo esagerando. Forse. Secondo noi invece siamo solo all’inizio e fintando che ci saranno notizie in merito a questo argomento, noi pubblicheremo.
Fintanto che ci saranno lettori che scrivono, magari non solo per applaudire, come il suo caso, noi pubblicheremo.
Fintanto, cioé, che questa notizia è al centro del settore, noi ci saremo.

Da domani è aperto il CMT, la fiera di primavera per antonomasia del nostro settore in Germania, a Stoccarda.
Stoccarda è una città tedesca, dove immaginiamo essere davvero pochi, quasi una rarità, coloro che leggono l’edizione italiana o quella della Svizzera-italiana di Newscamp.info. Eppure… eppure questo venerdì, giornata dedicata alla stampa, non si è parlato d’altro. Ogni passo era un incontro con qualcuno che voleva commentare, voleva dire la sua in proposito, voleva chiedere ragguagli o condividere ragionamenti in materia.

Se questo le sembra nulla o poco, rispetto il suo pensiero. Lei però rispetti il nostro e ci sopporti.
Invertire il corso della Storia di un settore non è cosa di tutti i giorni e qui siamo spettatori di un evento memorabile. Ci scusi quindi se ne siamo perfino entusiasti.

Se è un reato, siamo da galera. Se non lo è, siamo contenti di vivere questo momento.

1 comments

Lascia un commento

*

*