Autogrill botta e risposta

autogrill-1Alcuni giorni fa (qui), sulle pagine dell’edizione svizzero-italiana di Newscamp.info è apparso un articolo che ha stigmatizzato il comportamento della società Autogrill che almeno un una area di sosta pone dei cartelli informativi in due delle lingue ufficiali elvetiche, francese e tedesco, in inglese e in cinese, ma non in italiano.

A seguito della pubblicazione, abbiamo ricevuto una email da parte di Autogrill che peggio non poteva essere. Il contenuto diostra, al di là di ogni ragionevole dubbio, che non hanno nemmeno compreso la gravità di ciò che hanno fatto.

Di seguito la loro lettera integrale e la nostra risposta. Noi proseguiamo perché questa vergogna deve finire.

Grazie per la vostra comunicazione. Ci dispiace tanto, che il fatto che i nostri Voucher per le Toilette non siano scritti anche in italiano le dà fastidio. Con le lingue sui nostri Voucher ci concentriamo e comunichiamo con le lingue, con le quali viene piu’ parlato nella nostra area di servizio a Pratteln. Chiediamo gentilmente la sua comprensione e ci farebbe molto piacere, poterla ospitare un’altra volta nella nostra area di servizio a Pratteln o in una delle nostre altre aree di servizio in Svizzera.

Come piccolo ringraziamento per la sua comunicazione, le vogliamo inviare un buono di 10.00 Franchi. Chiediamo gentilmente se ci puo’ comunicare il suo recapito.
Cordiali saluti

AUTOGRILL SCHWEIZ AG

E la nostra risposta:

“(…) non credo comprenda la gravità di quanto da Lei scritto. In pratica Lei si assume la responsabilità di disconoscere una delle lingue nazionali svizzere. I lettori di Newscamp.info, i nostri lettori, sono vostri clienti e già in centinaia ci hanno mostrato la loro condivisione della nostra posizione.

Dovrebbe mandare un voucher di scuse a ognuno di loro, forse è meglio aggiornare la comunicazione, se non altro vi costerebbe meno, non trova? No, dalla sua risposta comprendo che Lei non ha nemmeno compreso la gravità di ciò che fate e questo francamente è terribile.

Con osservanza
Luca Stella
Direttore Newscamp.info“.

6 comments

Buongiorno,

personalmente boicotterò anche Autogrill in Italia. Certo mi rendo conto che non si accorgeranno della differenza e non vedranno la mia mancanza, ma intanto…

Quindi Autogrill ci dice che noi ticinesi non valiamo nulla e la lingua di Dante la buttiamo pure via.

Ringrazio tanto Autogrill per la sensibilità dimostrata.

Basta vedere su Facebook hanno solo 817 fan, proprio un successo la loro politica di comunicazione, complimenti al responsabile marketing, bel lavoro!

Io da questo momento non mi considero più cliente Autogrill, da noi, in Italia, nel mondo.

Caro Direttore,
la Sua giusta osservazione la girerei anche al nostro ministro degli esteri e non vorrei che questa sia una delle prime azioni discriminatorie nei nostri confronti.
Nel contempo in Italia preferisco fermarmi da Sarni anzichè in Autogrill e siamo tanti,il passavoce è veloce ed interesserà anche gli automobilisti sapere della gravità della posizione assunta da AUTOGRILL SCHWEIZ AG”.

concordo pienamente,ma questo è un vizzietto comune a molti svizzerotti,senza tener conto che autogril è nata in italia all’epoca d’oro delle autostrade, con la MI/NA;vuoldire che andremo tutti da Sarni dove il comb.costa anche meno

Lascia un commento

*

*